Contrasto: Cambia il contrasto dei colori di questa pagina Cambia il contrasto dei colori di questa pagina
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Investimenti industriali

Sono pari a 3.658 milioni di euro (-406 milioni di euro rispetto all’esercizio 2007). L’incidenza degli investimenti industriali sui ricavi è pari al 15,7% (16,8% nell’esercizio 2007).

Gli investimenti per la telefonia fissa, pari a 2.500 milioni di euro (-220 milioni di euro rispetto al 2007), sono principalmente destinati allo sviluppo della larga banda e dei nuovi servizi (complessivamente circa il 41% del totale fisso) ed all’ammodernamento della rete e dei sistemi informativi (circa il 40%). Il resto è finalizzato al consolidamento dei servizi tradizionali ed a soddisfare le disposizioni regolatorie e di legge.

Per quanto riguarda lo sviluppo della larga banda e dei nuovi servizi, l’impegno di maggior rilievo è stato destinato ad Alice ADSL, con velocità di accesso sino a 20 Megabit/sec, a cui è legata anche l’offerta del servizio IPTV. Sono compresi inoltre gli interventi per lo sviluppo della nuova piattaforma di accesso in fibra ottica (Next Generation Network 2 o NGN2) che consente la fornitura di servizi ad altissima velocità. La rete di Telecom Italia è già oggi in grado di servire un potenziale bacino di circa 7 milioni di clienti con servizi IPTV.

Altri investimenti di adeguamento sono destinati alle reti di fonia e dati ed ai sistemi di gestione e supporto alle attività commerciali. Tra questi il progetto Next Data Center Generation finalizzato ad ottimizzare la struttura dei server dei Data Center e supportare le offerte di Information Technology destinate alle aziende.

Nella telefonia mobile gli investimenti sono pari a 989 milioni di euro (-150 milioni di euro rispetto al 2007). Circa il 32% sono relativi all’offerta dei terminali, con modalità di contratto tipicamente biennale, finalizzata ad aumentare il grado di fidelizzazione dei clienti. A fianco dei classici telefonini ed ai più sofisticati palmari, è sempre più presente l’offerta di apparecchi volti a favorire l’utilizzo di Internet tramite la rete mobile (dalla semplice chiavetta USB al PC portatile).

Lo sviluppo della rete di terza generazione UMTS e HSDPA (circa il 20% degli investimenti del mobile comprensivi della rete core) è orientata ad aumentare la copertura per i servizi di navigazione Internet ad alta velocità (sino a 7 Megabit/sec) e per la trasmissione di contenuti multimediali. Significativa è anche l’azione di ampliamento della gamma di servizi offerti alla clientela (offerta MTV mobile destinata ai giovani, soluzioni Famiglia, Home Zone, Milleuna TIM, ecc.) che ha riguardato investimenti per circa il 14% del totale mobile.

La restante quota di investimenti ha riguardato la piattaforma di rete (11% circa), in prevalenza per l’adeguamento del software nelle centrali, lo sviluppo dei sistemi informativi (17% circa) finalizzati a supportare le fasi di acquisizione, caring e di post vendita e la piattaforma dei servizi tradizionali GSM (6% circa).