Contrasto: Cambia il contrasto dei colori di questa pagina Cambia il contrasto dei colori di questa pagina
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

EBITDA

E’ pari a 9.998 milioni di euro e registra una riduzione di 176 milioni di euro rispetto al 2007. L’incidenza sui ricavi è pari al 43,0% (in aumento di 1,0 punto percentuale rispetto all’anno precedente).

La variazione organica dell’EBITDA rispetto al 2007 è negativa di 460 milioni di euro (-4,3%) con un’incidenza sui ricavi del 44,3% (44,5% nel 2007) ed è così dettagliata:

(milioni di euro) 2008 2007 Variazioni
EBITDA SU BASE STORICA 9.998 10.174 (176)
Effetto della variazione del perimetro di consolidamento   11  
Effetto della variazione dei tassi di cambio   (4)  
Oneri per mobilità ex lege n. 223/91 287    
Vertenze e transazioni con altri operatori 33 448  
Costi per adeguamento listino di terminazione (fisso–fisso)   92  
Altri oneri netti 3 40  
Multa Antitrust   20  
EBITDA COMPARABILE 10.321 10.781 (460)

Relativamente alle dinamiche di costo si segnala che:

  • gli acquisti di materie e servizi sono pari a 9.644 milioni di euro, in diminuzione di 571 milioni di euro (-5,6%) rispetto al 2007, principalmente per la riduzione delle quote da riversare ad altri operatori a seguito della riduzione delle tariffe di terminazione delle chiamate vocali sulla rete di altri operatori da rete fissa e mobile, per la riduzione di transiti del Wholesale Internazionale a causa della cessazione di alcuni contratti a partire dal secondo trimestre 2007. Si ricorda inoltre che sui costi di interconnessione del 2007 pesava la risoluzione di contenziosi di natura regolatoria con altri operatori;
  • i costi del personale sono così dettagliati:
    (milioni di euro) 2008 2007 Variazioni
    Costi del personale ordinari 3.351 3.412 (61)
    Oneri per l’avvio da parte della procedura di mobilità ex lege n. 223/91 287 - 287
    Premio di risultato accertato nel 2006 e venuto meno a seguito degli accordi sindacali del giugno 2007 - (79) 79
    Ricalcolo attuariale del Fondo Trattamento di Fine Rapporto (in applicazione della normativa in materia di previdenza complementare) - (51) 51
    Totale costi del personale 3.638 3.282 356

    Escludendo, nel 2008, gli oneri connessi alla procedura di mobilità ex lege n. 223/91 e, nell’anno precedente, i benefici legati al premio di risultato e al ricalcolo attuariale del TFR, i costi del personale si riducono di 61 milioni di euro. Tale flessione è riconducibile alla diminuzione media dell’organico, in parte compensata dai maggiori costi connessi all’incremento dei minimi contrattuali;
  • gli altri costi operativi ammontano a 725 milioni di euro (1.338 milioni di euro nell’esercizio 2007). La variazione è imputabile principalmente alle minori svalutazioni e oneri connessi alla gestione dei crediti (-251 milioni di euro) e ai minori stanziamenti ai fondi per rischi e oneri (-248 milioni di euro) legati ai costi per contenziosi di natura regolatoria con altri operatori intervenuti negli ultimi mesi del 2007.
    Gli accantonamenti connessi alla gestione dei crediti, effettuati nel 2008, tengono conto sia della valutazione dei rischi sui crediti verso la clientela consumer e business, derivanti dalla recente evoluzione del quadro macroeconomico, sia delle azioni di recupero poste in essere nell’ambito della telefonia fissa.
    Si segnala, inoltre, che nell’esercizio 2007 erano stati effettuati sia stanziamenti ai fondi rischi ed oneri a fronte di andamenti negativi dei contenziosi di natura regolatoria con altri operatori di telefonia fissa e mobile, sia accantonamenti connessi alla gestione di crediti scaduti relativi a clienti di telefonia mobile con contratti di tipo “post-paid” e di crediti in sofferenza verso clienti di telefonia fissa con i quali è stato chiuso il rapporto contrattuale; si erano inoltre registrati maggiori oneri connessi alla gestione dei crediti per accordi transattivi con altri operatori.