Contrasto: Cambia il contrasto dei colori di questa pagina Cambia il contrasto dei colori di questa pagina
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Risorse Umane

Consistenze e variazioni

Gruppo Telecom Italia

La consistenza del personale al 31 dicembre 2008 è così ripartita:

(unità) 31.12.2008 31.12.2007 Variazione
Italia 63.521 65.591 (2.070)
Estero 13.229 14.509 (1.280)
Totale Personale a payroll 76.750 80.100 (3.350)
Personale con contratto di lavoro somministrato 1.075 1.969 (894)
Totale Personale 77.825 82.069 (4.244)
Attività non correnti destinate ad essere cedute - 1.360 (1.360)
Totale 77.825 83.429 (5.604)

Escludendo il personale relativo alle “Attività non correnti destinate ad essere cedute” (Gruppo Liberty Surf) e i lavoratori con contratto di lavoro somministrato, il personale di Gruppo presenta una riduzione di 3.350 unità rispetto al 31 dicembre 2007. La variazione può essere così dettagliata:

  • uscita dal perimetro di consolidamento di Entel Bolivia (-1.475 unità) e cessione del ramo d’azienda “On Air” da parte di MTV Italia (-14 unità);
  • turn over netto in riduzione di 1.861 unità, così dettagliato per singola Business Unit:
(unità)(*) Assunzioni Uscite Variazione netta
Domestic 626 (2.558) (1.932)
Brasile 3.650 (3.395) 255
European BroadBand, Olivetti, Media e Altre 641 (825) (184)
Turn over 4.917 (6.778) (1.861)

(*) Nella tabella non sono considerate 26 unità attribuibili a passaggi infragruppo.

Telecom Italia S.p.A.

(unità) 31.12.2008 31.12.2007 Variazione
Organico a payroll 56.650 58.686 (2.036)
Lavoratori con contratto di lavoro somministrato 635 1.273 (638)
Totale 57.285 59.959 (2.674)

Al 31 dicembre 2008 il personale a payroll di Telecom Italia S.p.A. è di 56.650 unità. Rispetto al 31 dicembre 2007 si registra un decremento complessivo di 2.036 unità dovuto a:

  • saldo di 139 unità in uscita verso altre Società del Gruppo;
  • turn over netto in riduzione di 1.897 unità, così dettagliato:
(unità) Assunzioni Uscite Variazione netta
Turn over Telecom Italia S.p.A. 220 (2.117) (1.897)

Gruppo Tim Brasil

(unità) 31.12.2008 31.12.2007 Variazione
Totale Gruppo Tim Brasil 10.285 10.030 255

La consistenza del personale al 31 dicembre 2008 è pari a 10.285 unità. Il turn over netto è così dettagliato:

(unità) Assunzioni Uscite Variazione netta
Turn over Gruppo Tim Brasil 3.650 (3.395) 255

Il personale operante in Italia, al netto del personale con contratto di lavoro somministrato, è pari all’82,8% del totale del Gruppo e ha le seguenti caratteristiche:

Gruppo Telecom Italia - Italia:Organici distribuiti per categoria professionale; Operai 0,5%; Dirigenti 1,8%; Quadri 7,4%; Impiegati 90,3%Gruppo Telecom Italia - Italia: Organici distribuiti per classi d’età; �0;1F;no a 32 anni 9,7%; da 33 a 45 anni 51,0%; oltre 45 anni 39,3%

Gruppo Telecom Italia - Italia: Organici distribuiti per titolo di studio; Laureati 17,5%; Diplomati 68,3%; Altro 14,2%

La distribuzione del personale per area geografica e le assunzioni effettuate nel Gruppo, al netto del personale con contratto di lavoro somministrato, hanno la seguente configurazione:

Distribuzione del numero dei dipendenti del - Italia 82,8%; (di cui Sud Italia 21,0%); Estero 17,2%Distribuzione delle assunzioni del Gruppo Telecom Italia per aree geografiche - Italia 15,9%; (di cui Sud Italia 3,7%); Estero 84,1%

Il personale operante nel Gruppo Tim Brasil è pari al 13,4% del totale del Gruppo e ha le seguenti caratteristiche:

Gruppo Tim Brasil: organici distribuiti per categoria professionale - Dirigenti 0,2%; Quadri 3,0%; Impiegati 96,8%Gruppo Tim Brasil: organici distribuiti per classi d’età - �0;1F;no a 32 anni 72,7%; da 33 a 45 anni 23,7%; oltre 45 anni 3,6%

Gruppo Tim Brasil: organici distribuiti per titolo di studio - Laureati 32,4%; Diplomati 66,9%; Altro 0,7%

  • Equità di genere

    Distribuzione uomini-donne - Telecom Italia S.p.A.(2007-2008) - 2007: donne-26,9 uomini-73,1; 2008: donne-27,2 uomini-72,8Distribuzione uomini-donne (in Italia) - Gruppo TI(2007-2008) - 2007: donne-29,4 uomini-70,6; 2008: donne-29,7 uomini-7.,3

    Nel corso del 2008 la percentuale delle donne dirigenti nel Gruppo (in Italia) si attesta intorno al 15% e delle donne quadro al 26%.

    Distribuzione uomini-donne - Gruppo Tim Brasil(2007-2008)- 2007: donne-58,5 uomini-41,5; 2008: donne-60,5 uomini-39,5

    Nel corso del 2008 la percentuale delle donne dirigenti in Tim Brasil si attesta intorno al 6% e delle donne quadro al 24% del totale. In Tim Brasil le donne impiegate in azienda sono passate da 3.263 del 2003 (54% del totale) a 5.874 del 2007 (58% del totale) e a 6.220 del 2008 (60% del totale).

    Chiudi

  • Welfare

    In Italia alcune iniziative sono gestite congiuntamente con i rappresentanti dei dipendenti, altre direttamente dall’azienda.

    Fra le prime rientra l’assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti, i pensionati e le loro famiglie, gestita da ASSILT (oltre 200.000 assistiti) e, per i dirigenti, da ASSIDA (13.400 assistiti). Il CRALT organizza iniziative sportive, turistiche e culturali per oltre 51.000 soci.

    Fra le seconde rientrano i Servizi di Time Saving a favore dei dipendenti (agenzia servizi, lavanderia e calzoleria, aree benessere ed edicole), i soggiorni estivi per i ragazzi, 9 asili nido (di cui 2 istituiti quest’anno), i prestiti aziendali (es. per acquisto o ristrutturazione casa e per neogenitori).

    In Tim Brasil sono stati realizzati programmi di ginnastica posturale, benessere fisico e relax in varie sedi aziendali. Il programma di assistenza sanitaria aziendale copre 18.500 persone. Dal 2006 è iniziata l’implementazione del Piano di Previdenza Privata per tutti i dipendenti; a fine dicembre 2008 l’indice di adesione ha raggiunto l’88% degli interessati.

    Chiudi

  • Sviluppo

    Nel corso del 2008 è proseguita l’attività di esecuzione dei piani di sviluppo individuali destinati a un gruppo di risorse chiave tra dirigenti, quadri e giovani ad alto potenziale. Tale attività si è sostanziata nella messa in campo di azioni di valorizzazione, sviluppo e protezione di queste risorse, in una logica di medio periodo, promuovendone la crescita.

    Chiudi

  • Selezione

    L’impegno del Gruppo alla creazione di competenze si è realizzato attraverso il finanziamento di master e l’inserimento in stage di neo laureati in diverse discipline: tecniche, economiche e giuridiche. Nel corso del 2008 sono stati accolti in azienda circa 169 tirocinanti tra studenti e laureati, per un investimento economico di circa 500 mila euro.

    Il contributo del Gruppo alla formazione dei giovani si è sostanziato anche nella collaborazione con le principali università italiane, attraverso la sponsorizzazione di borse di studio, le testimonianze in aula di manager aziendali, la partecipazione a workshop e progetti di ricerca e la presenza a 12 job meeting in tutta Italia, per un investimento totale di circa 2 milioni di euro.

    In Tim Brasil è stata privilegiata nel 2008 l’assunzione di personale che già prestava servizio all’interno dell’azienda. Tra i programmi di selezione adottati si segnalano:

    • “Nosso Aprendiz” che promuove la formazione di giovani tra i 16 e i 24 anni per prestare servizio nei call center o nel ricevimento dei clienti nei negozi aziendali. Per i minorenni viene invece attivato un percorso di formazione amministrativa per prepararli all’ingresso nel mondo del lavoro. Il programma, avviato nel 2008, ha registrato 144 partecipanti.
    • Programma di “Estagio Sem Fronteiras” il quale fornisce ai giovani universitari e agli studenti di livello tecnico l’opportunità di effettuare uno stage in Tim Brasil, offrendo un’occasione di sviluppo ma anche di accesso diretto al mercato del lavoro, considerato che un’alta percentuale (33%) di stagisti viene assunta in Tim Brasil.

    Chiudi

  • Formazione

    Nel Gruppo Telecom Italia le attività di formazione realizzate nel 2008 ammontano, per il personale Italia, a circa 2 milioni di ore (aula, on line, training on the job), come evidenziato nella seguente tabella, e a circa 25 milioni di euro di costi diretti, esclusi il costo del lavoro e le spese di trasferta. Il 71,5% del personale del Gruppo ha partecipato ad almeno un intervento formativo.

    Ore e partecipanti per categoria professionale
    TOTALE AULA, ON LINE,
    TRAINING ON THE JOB
    AULA, ON LINE TRAINING ON THE JOB
    ORE PARTECIPANTI COVERAGE ORE PARTECIPANTI COVERAGE ORE PARTECIPANTI COVERAGE
    TOTALI PROCAPITE TOTALI PROCAPITE TOTALI PROCAPITE
    TOTALE 2.056.783 32,7 44.955 71,5 988.533 15,7 34.905 55,5 1.068.250 17,0 25.993 41,4
    Dirigenti 30.012 27,0 826 74,3 29.988 27,0 826 74,3 24 0,0 3 0,3
    Quadri 92.961 20,8 2.777 62,3 92.573 20,8 2.764 62,0 388 0,1 33 0,7
    Impiegati/
    Operai
    1.933.810 33,8 41.352 72,2 865.972 15,1 31.315 54,7 1.067.838 18,6 25.957 45,3

    Le attività sono riconducibili a due ambiti: l’uno relativo ai progetti trasversali di Gruppo, l’altro alla formazione finalizzata al presidio delle competenze tecnologiche e di business.

    Chiudi

  • Comunicazione interna

    La comunicazione interna ha proseguito e consolidato nel corso dell’anno il suo percorso di sempre maggiore attenzione alla valorizzazione e all’ascolto dei dipendenti facilitandone la partecipazione agli eventi aziendali.

    A maggio è stata realizzata la sesta edizione dell’analisi di clima che ha coinvolto le persone del Gruppo in Italia e all’estero. Su una scala da 1 a 10 punti, la soddisfazione si attesta a 6,35 per l’Italia, 5,8 per la Germania e 7,36 per il Brasile.

    Numerose sono state le attività e i progetti di integrazione svolti dal Gruppo in Italia nel corso del 2008, tra questi:

    • “Comunico-IO”, per dotare i dipendenti affetti da sordità di un kit standard per comunicare;
    • la community “noi.perloro”, ispirata ai temi del volontariato sociale (banchetti della solidarietà presso le principali sedi);
    • il progetto “Archimede”, un concorso di idee con quattro road show di presentazione più la premiazione, con il coinvolgimento di 900 dipendenti;
    • l’edizione 2008 del concorso “Pubblica un racconto su noi.magazine”, la rivista interna del Gruppo, con la premiazione di quattro racconti sugli oltre 700 pervenuti.

    Chiudi

  • Salute e sicurezza interna

    Nel corso del 2008, a livello di Gruppo, sono stati portati avanti o avviati alcuni specifici progetti/iniziative:

    • progetto benessere nei call center;
    • progetto Guida Sicura;
    • campagna di sensibilizzazione per la sicurezza sul lavoro;
    • valutazione dell’esposizione ad agenti fisici e biologici;
    • gestione della sicurezza nelle Stazioni Radio Base condivise con altri operatori;
    • aggiornamento del documento aziendale di valutazione dei rischi;
    • interventi di sorveglianza sanitaria;
    • misure microclimatiche nei call center;
    • misure di inquinamento acustico;
    • prove di evacuazione;
    • aggiornamento piani operativi di primo soccorso.

    I lavoratori esposti a rischi specifici, gli incaricati della gestione delle emergenze, il personale neoassunto e/o interessato da cambiamento di mansioni e i lavoratori al videoterminale hanno complessivamente fruito di 164.782 ore di formazione in materia di salute e sicurezza.

    Infortuni

    Si riportano di seguito i dati sugli infortuni relativi a Telecom Italia S.p.A. presentando un confronto con i dati riferiti all’anno precedente.

    2008 2007
    Numero infortuni 932 969
    Indice di gravità(*) 0,45 0,24
    Indice di frequenza(*) 9,77 10,28
    Durata media in ore 127,31 136,01
    Indice di improduttività(*) 1,24 1,40
    Infortuni x 100 lavoratori 1,63 1,62

    (*) Gli indici di gravità, di frequenza e di improduttività rappresentano rispettivamente:
    - i giorni convenzionali perduti nell’anno ogni mille ore lavorate;
    - gli infortuni per ogni milione di ore lavorate;
    - le ore perdute per infortuni ogni mille ore lavorate.

    L’incremento dell’indice di gravità è dovuto a tre incidenti mortali verificatisi nel corso del 2008 di cui uno professionale e due non professionali (incidenti stradali).

    Chiudi

  • Relazioni industriali

    L’anno 2008 è stato denso di appuntamenti sindacali e di risultati negoziali. Il 14 maggio 2008 l’Azienda ha sottoscritto con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL e il Coordinamento Nazionale delle RSU e il 15 maggio 2008 con UGL Telecomunicazioni l’accordo che definisce il nuovo Premio di Risultato valevole fino al 31 dicembre 2011.

    Tale trattativa si è inserita nell’ambito del più ampio confronto relativo alla contrattazione aziendale che ha visto anche la sottoscrizione del rinnovo delle norme aziendali di raccordo con il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. A conclusione di un’ampia fase di approfondimenti in sede di Commissioni paritetiche Azienda-Sindacato, il 14 maggio 2008 è stato raggiunto un accordo con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL e il Coordinamento Nazionale delle RSU in tema di benessere nei call center. A seguito dell’avvio, il 26 giugno 2008, della procedura di mobilità ex lege 223/1991 per un totale di 5.000 lavoratori distribuiti sull’intero territorio nazionale, il 19 settembre 2008 sono state raggiunte presso il Ministero del Lavoro le relative intese con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, UGL Telecomunicazioni, CISAL Comunicazione, SNATER TLC e le RSU.

    Tali accordi consentono la collocazione in mobilità, entro il 31 dicembre 2010, di un numero massimo di 5.000 lavoratori secondo il criterio prioritario della maturazione dei requisiti pensionistici nel corso del periodo di fruizione dell’indennità di mobilità e della non opposizione manifestata dai lavoratori interessati alla risoluzione del rapporto di lavoro. L’Azienda inoltre assicurerà ai lavoratori un importo non inferiore alla differenza netta tra il 90% della retribuzione mensile e l’indennità di mobilità di cui all’art. 7 della Legge 223/91. Nell’ambito delle intese complessive, l’Azienda si è impegnata per il biennio 2009–2010 a procedere all’inserimento di 600 lavoratori e, dal 1° gennaio 2009, alla trasformazione in contratti a tempo indeterminato dei rapporti di somministrazione di 300 lavoratori attualmente in forza. Infine è stato anche previsto il passaggio dal part-time 50% al part-time 75% per 1.600 lavoratori di Telecontact Center S.p.A. nel periodo 2009–2010. Il 28 ottobre 2008 è stato sottoscritto con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOMUIL e le RSU competenti un ulteriore accordo di esperita procedura di mobilità ex lege 223/1991 per Telecom Italia Sparkle S.p.A. L’intesa consente un massimo di 65 uscite in mobilità nell’arco temporale 2008–2010. L’11 dicembre 2008 anche Olivetti S.p.A. e Olivetti I-Jet S.p.A. hanno esperito con FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL e le RSU competenti specifiche procedure di mobilità ex lege 223/1991 che interesseranno rispettivamente 80 e 25 lavoratori.

    A seguito della presentazione alla comunità finanziaria del Piano Strategico 2009–2011, il 10 dicembre 2008 il Piano è stato illustrato ai vertici delle Organizzazioni Sindacali e sono stati calendarizzati successivi incontri di approfondimento per valutare le evoluzioni organizzative e le ricadute occupazionali. In Tim Brasil sono stati negoziati con le due federazioni che rappresentano la totalità dei dipendenti, la FITTEL e la FENATTEL, tre accordi relativi a:

    • le condizioni economiche e sociali;
    • il programma di partecipazione ai risultati aziendali;
    • la compensazione dell’orario di lavoro. In base a tale accordo le ore di straordinario possono essere usufruite in riduzione della giornata di lavoro o in giorni liberi nei primi tre mesi successivi a quando sono state effettuate; trascorso tale tempo, vengono pagate ai dipendenti.

    Nel 2008 è stata negoziata la riduzione della settimana di lavoro da 44 a 42 ore nel 2009 e a 40 ore settimanali nel 2010. Si evidenzia, infine, l’aumento salariale del 6% riconosciuto a partire da luglio 2009.

    Chiudi

  • Performance share granting

    Nel corso del 2008 è stato avviato per il top management un piano di assegnazione gratuita di azioni condizionato al raggiungimento di prefissati obiettivi di performance in termini di Total Shareholder’s Return di Telecom Italia (TSR TI) assoluto (che condiziona il 20% del full grant) e relativo (80% del full grant), misurato rispetto alle società europee di telecomunicazioni come scostamento dal valore dell’indice Dow Jones Stoxx settore TLC. Il Piano ha durata triennale, dal 1° luglio 2008 al 30 giugno 2011, con maturazione del diritto all’assegnazione delle azioni a fine periodo.

    Chiudi

  • Stock option

    Lo strumento delle stock option è stato utilizzato all’interno del Gruppo Telecom a fini di retention e incentivazione a lungo termine della popolazione manageriale.

    Nel corso del 2008 è stato avviato un nuovo Piano di stock option in Telecom Italia S.p.A. (il “Piano Top 2008” riservato al Presidente e all’Amministratore Delegato), approvato dall’Assemblea degli Azionisti del 14 aprile 2008, e la cui attuazione è stata deliberata dal Consiglio di Amministrazione nella riunione del 15 aprile 2008. Gli elementi essenziali dei Piani di stock option di Telecom Italia e Telecom Italia Media sono riepilogati nella Nota “Piani di stock option e performance share granting del Gruppo Telecom Italia” del Bilancio consolidato.

    Chiudi